La concentrazione e la dimensione delle particelle

Purtroppo il contenuto di argento non è così significativo per la qualità dell’argento colloidale. È certamente vero che se non puoi aspettarti che l’argento funzioni, se non c’è argento. Ma non è certo il caso che sia un prodotto efficace se contiene molto. Cercheremo di spiegarti perché il contenuto d’argento in sé non ha senso.

Misuratore PPM

La concentrazione di un metallo colloidale o minerale colloidale in un liquido è indicata da ppm, che è uguale a parti per milione, che a sua volta è uguale al numero di milligrammi per litro (mg / l). L’unico buon metodo per misurare la concentrazione è tramite ICP (Inductive Coupled Plasma). Troverai una buona spiegazione di questo principio di misurazione nel Rapporto di Hogeschool Zuyd sull’oro colloidale.

Cos’è l’argento proteico?

La maggior parte dei prodotti apparentemente a base di argento colloidale concentrato (con una concentrazione tipica di 30 ppm o più) sono in realtà prodotti proteici che contengono argento. Alcuni di questi prodotti sono etichettati come argento proteico o mild silver protein (MSP), ma la maggior parte di essi è etichettata come “argento colloidale”, e la parola “proteina” non figura mai né sull’etichetta né sulla descrizione del prodotto.

Applicazioni ioni d’argento e argento colloidale

L’argento colloidale è particelle d’argento nell’acqua. Queste particelle d’argento devono essere più grandi di 1 atomo e più piccole di 100.000 nanometri. In quel caso si chiama colloidale. L’argento ionico è ioni d’argento disciolti nell’acqua. Questo è il motivo per cui l’acqua d’argento ionica è incolore. Sembra acqua normale.